Finanziamenti auto in concessionaria: convenienza o no?

La crisi economico-finanziaria continua a colpire duramente gli italiani, costretti ad un controllo sempre più attento e minuzioso delle spese.
Ci sono però alcuni acquisti che, per varie ragioni, non si possono posticipare a tempi migliori: uno di questi casi è rappresentato dalle autovetture. Periodicamente è necessario cambiare auto, per varie ragioni: per i costi di manutenzione che crescono vertiginosamente in proporzione all’aumento dell’età del veicolo, per la necessità di sistemi di sicurezza non presenti sulle auto più vecchie o, semplicemente, per necessità estetiche e voglia di un’auto nuova.
La crisi però ha privato moltissimi italiani della possibilità di comprare la loro nuova auto in contanti, obbligandoli a ricorrere ad alcune società finanziarie che permettano loro di avere subito il veicolo, rateizzandone però il pagamento.

Il fenomeno della richiesta di un finanziamento per l’acquisto di un veicolo esiste già da vari anni, ma l’attuale congiuntura economica ha fatto sì che questa forma di pagamento sia diventata quella prediletta dagli italiani.
Secondo l’attuale normativa europea, è possibile richiedere un prestito per l’acquisto di qualsiasi tipo di veicolo. Inoltre il finanziamento, contrariamente a quanto affermano erroneamente alcuni operatori del settore, non si può chiedere solamente per le auto di nuova immatricolazione ma la possibilità si estende anche ai veicoli a “chilometri zero” (vetture che il concessionario ha immatricolato per obblighi di acquisto con la casa costruttrice, ma che non hanno percorso più di cento chilometri) e per quelli usati.

E’ bene chiarire che esistono due diversi tipi di finanziamento: quello tramite una società del settore senza alcun rapporto con il venditore e quelli proposti direttamente dal concessionario che cede il veicolo.
Può forse risultare più comodo rivolgersi direttamente all’operatore di fiducia del concessionario per rateizzare il pagamento della propria nuova auto: si risparmia tempo e le pratiche vengono svolte contestualmente alla firma del contratto di acquisto. Questa opzione però a volte può risultare svantaggiosa se si compara con una ricerca autonoma di un finanziamento presso una società del settore, che potrebbe dare condizioni più vantaggiose e tassi d’interesse minori.
Sul mercato esistono alcune decine di operatori finanziari affidabili e di comprovata esperienza a cui rivolgersi per chiedere un finanziamento: una volta ottenuto il denaro, su può “girare” l’assegno al concessionario, pagando quindi ufficialmente l’auto in contanti e poi versando mensilmente le rate alla società finanziaria che ha concesso il prestito.

 

finanziamenti auto in concessionaria

 

Il risparmio di questa scelta può essere notevole. Ogni concessionario, per ragioni organizzative, spesso si appoggia ad un suo operatore di fiducia. In cambio della garanzia alla società creditizia di un certo numero di clienti, il concessionario spesso trattiene per sé una piccola commissione aggiuntiva, che chiaramente ricade interamente sul cliente, obbligato a pagare un importo maggiore di quello che pagherebbe se si rivolgesse autonomamente a un’agenzia esterna.
Il concessionario infatti, in questa occasione, agisce come un intermediario della società finanziaria, e si beneficia quindi di un premio per ogni nuovo cliente che le porta in dote, come se fosse un semplice procacciatore d’affari.
La ricerca autonoma di un’operatore finanziario inoltre permette al richiedente di valutare una vastissima gamma di opzioni e di poter pertanto scegliere il prestito più adatto alle sue specifiche esigenze.
Inoltre, cosa non da poco in momenti di crisi come questa, presentarsi al momento dell’acquisto del veicolo con l’intera somma disponibile può permettere di ottenere dal concessionario uno sconto non trascurabile. E’ bene ricordare infatti che il proprietario del concessionario ha già acquistato le vetture, pagandole alla casa costruttrice: la prospettiva di ricevere subito tutto l’importo potrebbe quindi portare il venditore a concedere qualche sconto.