Le rate insolute

Quando si sottoscrive un contratto di finanziamento si è obbligati a pagare le rate pattuite con la società erogatrice del prestito. Nel momento in cui esistono rate insolute si diventa inadempienti e questo può comportare azioni legali nonché di interessi di mora da parte della società creditrice. Basta una rata non pagata per incombere in gravi rischi.

 Quali sono gli addebiti aggiuntivi quando non si paga una Rata ?

La società erogatrice del credito in presenza di rate insolute da parte del debitore può addebitare oltre agli interessi di mora anche le spese di sollecito, più tutti i costi sostenuti dal credito per il recupero del credito oltre al pagamento di costi previsti eventuali clausole previste da contratto. Contemporaneamente si può essere segnalati alla Centrale Rischi, che determinerà anche in futuro la vostra affidabilità nell’erogazione di futuri prestiti da parte di qualsiasi istituto o società di credito. Occorre quindi fare molta attenzione nel cercare di non saltare alcuna rata.

 

rate insolute

Dove mi tutela la legge ?

Nell’ultimo anno il legislatore ha cercato di tutelare i clienti delle società di credito con rate insolute ridimensionando i tempi di permanenza dei propri dati nella Centrale Rischi, arrivando ad un massimo di 3 anni. Questo anche perché non sono i casi in cui si viene segnalati alla Centrale Rischi a volte anche per problemi tecnici delle banche che non riescono in tempo ad addebitare i RID nei tempi dovuti. Chiaramente più sarà alto il grado di insolvenza più la Centrale Rischi tenderà a mantenere i vostri dati.

Rischio la rescissione del contratto ?

Si. In caso di mancato puntuale pagamento (anche di una sola rata) la società erogatrice del prestito può risolvere unilateralmente il contratto: in questo modo si incorre in ulteriori spese di scissione del contratto.

Come posso far cancellare i miei dati dalla Centrale Rischi ?

Oltre al termine temporale, l’unico modo è quello di pagare tutte le rate insolute arretrate comprensive di mora.