LEASING AUTO DALLA “A” ALLA “Z”

Premessa

Al fine di comprendere il funzionamento di un qualsiasi leasing auto, occorre innanzitutto fare una premessa molto importante: usufruire di un leasing non è la stessa cosa di usufruire di un noleggio. Si tratta, infatti, di due concetti molto differenti fra di loro: il leasing auto si basa principalmente sul fatto che, colui che ne usufruisce, paga l’ importo del valore del veicolo che  sta guidando e che allo stesso tempo si deprezza con il passare del tempo. L’ammortamento è la differenza tra il valore originale di un veicolo e il suo valore al termine del leasing (valore residuo), ed è il fattore primario che determina il costo del leasing stesso.

A seconda delle marche dei veicoli…

Diverse marche e modelli di veicoli possono avere aliquote di ammortamento diverse tra di loro e generalmente vengono fatte le migliori offerte di locazione per i veicoli con il minor livello di deprezzamento. In generale, le marche europee e giapponesi hanno una minore svalutazione rispetto a marche americane. Honda, Toyota e Alfa Romeo hanno costantemente tenuto valutazioni di ammortamento basse (i cosiddetti valori elevati di rivendita), così come Fiat, Lancia. Ma diamo uno sguardo al prezzo consigliato e al valore residuo, così come agli altri componenti del leasing – riduzione dei costi capitalizzati, il fattore denaro e locazione a breve termine – in modo tale da capire come funziona veramente il leasing auto.

  • Il prezzo di listino è il prezzo pieno per un veicolo, inclusi i pacchetti opzionali e spese di destinazione. Quando andrete ad usufruire dell’ offerta leasing auto, generalmente il rivenditore è disponibile a scontare il prezzo che è già stato imposto alla vettura, quindi vi consigliamo di contrattare sempre. È inoltre possibile ottenere prezzi scontati attraverso il rivenditore online di auto: questo servizio vi mostra quello che gli altri stanno pagando per l’auto che si desidera – e vi darà una garanzia a basso prezzo che spesso è inferiore al prezzo di fattura del venditore;
  • Costi capitalizzati: quando voi ed il vostro rivenditore vi sedete e concordate comodamente il prezzo per una vettura in leasing, si parla di “costo capitalizzato”, il quale è talvolta anche chiamato prezzo di locazione.
  • Riduzione dei costi capitalizzati: è possibile ridurre i costi capitalizzati con canoni mensili d’ importo minore, quindi il costo capitalizzato diventa il prezzo negoziato del veicolo con l’ aggiunta di eventuali altri costi;
  • Valore residuo: il valore all’ingrosso di un auto alla fine del suo mandato di locazione, dopo che si è deprezzato, si chiama “valore residuo”, il quale viene a volte chiamato anche “valore di rivendita.” Più alto è il valore residuo, minori sono i canoni dell’ offerta leasing auto. Le società di leasing rivenditrici di automobili spesso aumentano temporaneamente i valori residui sui veicoli che si vendono più lentamente in modo da poter offrire migliori offerte di locazione. Questi sono chiamate offerte di locazione “sottovendute”. I residui vengono indicati come percentuale del prezzo consigliato. A 36 mesi, il 50% residuo su una nuova vettura valutata € 20.000 indica che il suo valore stimato ammortizzato al termine di un contratto di locazione della durata di 3 anni sarà di € 10.000. Il valore effettivo al fine di 36 mesi potrebbe essere comunque superiore o inferiore. Ricordate, più alti sono i residui, più bassi sono i canoni di locazione. Questo non vuol dire che le auto con minori residui non possono far parte di offerte di locazione convenienti: il fatto è che si ottengono più auto rispettando il vostro capitale con i modelli ad “alto residuo”. Le società di leasing spesso alzano artificiosamente i valori residui dei veicoli in occasione di particolari promozioni limitate nel tempo per rendere più attraente il leasing. In genere, i residui fissati dalle società finanziarie rivenditrici di automobili sono superiori a quelli medi del settore per contribuire a promuovere canoni inferiori;
  • Quando si affitta, si affidano i propri soldi alla società di leasing mentre si guida l’ auto. Ricordate, hanno speso i loro soldi per comprare l’auto dal concessionario in modo che potesse essere ceduta a voi. Essi, giustamente, si aspettano che vengano pagati gli interessi su quel denaro;
  • Locazione a lungo termine: la durata del leasing è il periodo di tempo in cui è affittata una macchina, periodo di tempo di solito espresso in numero di mesi. I contratti di locazione tipici sono di 24, 36 o 48 mesi.

 

 

Insomma, capire come funziona il leasing auto è essenziale per poter dare/ottenere in affitto in modo intelligente e ottenere le migliori offerte.