Restituzione auto presa in leasing

Il leasing, o legalmente “locazione finanziaria”, è ormai una pratica consolidata nel mercato automobilistico. Offre infatti indubbi vantaggi al cliente, tra cui la possibilità di guidare modelli sempre aggiornati e quella di poter dedurre dalle tasse i canoni di locazione.
Le case automobilistiche hanno studiato innumerevoli contratti dalle caratteristiche differenti, in modo da venire incontro ad una sempre più larga fetta di potenziali clienti. Nelle clausole di ogni contratto di leasing, saranno sicuramente presenti le possibilità canoniche che offre un leasing giunto alla sua fine: riscatto del mezzo, inizio di un nuovo leasing, acquisto di una nuova vettura, riacquisto a prezzo prefissato ecc.
Ogni casa automobilistica ha le sue particolari procedure di fine contratto, ma in tutti i casi si dovrà fissare un appuntamento per portare la vettura presso un concessionario: E’ consigliabile organizzarsi per tempo (quasi sempre sarà la casa stessa ad avvertire, all’approssimarsi della scadenza) per evitare problemi,dato che al termine del contratto il locatario non ha più titolo per utilizzare il bene.

Al momento della riconsegna, qualunque opzione si sia scelta, la vettura dovrà essere sottoposta a perizia da parte di un incaricato della casa, che valuterà le condizioni del mezzo. E qui a a volte possono sorgere dei problemi. Posto che i locatario deve utilizzare e mantenere l’auto con la opportuna diligenza, è ovvio che questa potrà presentare i segni della normale usura dovuta all’utilizzo ( piccoli graffi, cerchi rigati ecc.); questi di solito sono esclusi nella valutazione effettuata dal perito ( leggere sempre bene il contratto ), tuttavia come si sa ognuno fa il suo gioco, quindi attenzione a distinguere bene fra normale usura e danno imputabile al locatario, il cui preventivo di ripristino sarà a carico di questi e può comportare una decurtazione del valore residuo attribuito al mezzo. Inoltre è sempre bene presenziare alla perizia ( è un nostro diritto ) per poter contestare immediatamente eventuali addebiti.

 

Restituzione auto presa in leasing

 

Alcuni consigliano addirittura di far visionare preventivamente l’auto da un carrozziere di fiducia, ed eventualmente procedere in poprio ad effettuare le riparazioni dei danni che potrebbero pregiudicare il valore, visto che, come è noto, i prezzi praticati dalle officine interne alle case non sono esattamente concorrenziali.
Con ciò non si intende che le case produttrici, i periti o i concessionari siano disonesti, ma se il nostro interesse è quello di avere una valutazione più alta possibile del mezzo reso, è ovvio che il “loro” interesse è diametralmente opposto.
Per evitare brutte sorprese, non ci si stancherà mai di ripeterlo, leggere interamente e con attenzione il contratto prima di sottoscriverlo, e valutare di conseguenza le azioni da intraprendere in vista del momento della riconsegna dell’auto.